Parigi e dintorni in 6 giorni: l’itinerario perfetto. Parte 1

Musei, quartieri inn, Versailles, Disneyland e tanta meraviglia: spostamenti e orari ottimizzati per non perdere nulla della capitale francese. Ecco il nostro itinerario Parigi e dintorni.

Torre eiffel di notte
Vista notturna Torre Eiffel Parigi

Chi non ha nel cuore un viaggio a Parigi?

Immaginiamo quasi nessuno….

Parigi, la città della luce e dell’amore, è senza dubbio la meta più desiderata dalle coppie di tutto il mondo. Il fascino della Torre Eiffel illuminata, le viste mozzafiato di Montmarte o dell’Arco di Trionfo, la magia dei musicisti di strada e le meraviglie nascoste negli angoli meno noti della città: ti entrano dentro e creano un legame indissolubile con questa capitale.
Chiaramente noi ci siamo stati (l’occasione del nostro viaggio potete scoprila in questo articolo) ed abbiamo vissuto sei giorni fanstastici. Si è trattato di un itinerario Parigi e dintorni davvero perfetto… e non potevamo non condividerlo con voi

Giorno 1 Torre Eiffel e Trocadero

Appena arrivati in città, dall’aeroporto di Beauvais (collegato in ottimo modo con il centro con numerose navette), ci catapultiamo al settimo arrondissement per ammirare la Torre Eiffel. La sommità della Signora di Ferro si scorge già in lontananza – la sua vista sarà una costante fantastica da tutta la città – eppure il senso di meraviglia che crea ai suoi piedi o dalla piazza del Trocadero è praticamente indescrivibile. Dalla piazza del Trocadero, nota per la sua pavimentazione geometrica, si gode di un panorama unico con i giardini e le fontane sottostanti. Ci intratteniamo per un bel po’, cercando di fare qualche foto, sgombra dei tantissimi turisti intenti a compiere lo scatto della vita,
Proseguiamo incamminandoci lungo la Senna….

Torre-Eiffel-Trocadero
Torre Eiffel vista da Place du Trocadero

I ponti lungo la Senna

Procediamo su Avenue de New York, e giungiamo a Pont de l’Alma, dove si trova il sottopasso fatale per Lady D, e poco distante la Fiamma della Libertà , monumento che rappresenta la riproduzione in scala reale della torcia in mano alla statua della libertà. La scultura infatti è stata proprio offerta dagli Stati Uniti ai francesi, in segno di riconoscenza per il contributo alla restaurazione della famosissima statua.
Continuaiamo con i ponti che offre la riva del fiume per ritrovarci al cospetto del Ponte di Alessandro III, pieno di decorazioni e dettagli che celebravano l’alleanza con lo zar russo. Il colpo d’occhio qui è maggiore rispetto ai ponti precedenti, le statue e i candelabri di bronzo catturano l’attenzione. Qui ci sta una sosta maggiore, anche per voltarsi e riscoprire di nuovo in lontananza la Torre Eiffel.

pont-alexander
Pont Alexander III – 7eme Arrondissement

Place de la Concorde e Champs Elysee

La passeggiata di questo primo pomeriggio parigino prosegue fino a Place de la Concorde, la seconda piazza più grande della Francia. La gigantesca ruota panoramica illuminata con il tricolore nazionale e la gigantesca Fontana dei Mari, ti trattengono senza notare lo scorrere del tempo.
Alla ricerca di una meritata panchina, assaggiamo la nostra prima crepes salata, e ci sediamo di fronte agli Champs Elysee. Osserviamo il traffico parigino che, seppur consistente, sorprende per la silenziosità e ci gustiamo la vista del viale più importante della città. All’altra estremità l’Arco di Trionfo… ma ne parleremo nella guida del secondo giorno del nostro itinerario Parigi e dintorni.

champs-elysee-al-tramonto
Champs Elysee – Vista da Place de la Concorde
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *