Parigi e dintorni: l’itinerario perfetto in 6 giorni. Parte 3: Disneyland Paris

Nel nostro itinerario Parigi e dintorni in 6 giorni, un’intera giornata la abbiamo dedicata al luogo più magico del pianeta: Disneyland Paris.

Un sogno divenuto realtà

Qualsiasi età tu abbia, quando stai per recarti al parco di Disneyland Paris ritorni di colpo ad essere bambino. Senti sulla pelle le sensazioni che provavi solo da fanciullo, quando rimanevi incollato a vedere e rivedere la tua fiaba preferita o quando desideravi avere ogni gadget del tuo idolo animato. Una tappa da spuntare il prima possibile nella lista di ogni viaggiatore, depennandola magari più volte. Sì, perché terminata la visita ti riprometterai di tornarci presto.

Qualche info utile: trasporti e biglietti

Il Parco dei divertimenti dista poco più di 30 minuti dal centro della capitale francese ed è ottimamente collegato. Vi consigliamo di utilizzare la RER, ovvero il treno regionale, molto più rapido e meno dispendioso degli Shuttle proposti dal parco.
Questione biglietti: prenotate con largo anticipo, in modo da garantirvi l’acceso e anche una rapida entrata.
Scaricate l’app: una volta all’interno del Parco, scaricate l’app ufficiale che sarà utilissima durante il vostro soggiorno. Avrete modo di ottimizzare gli spostamenti grazie alla mappa interattiva, seguire il programma di giornata e soprattutto gestire le fila per ogni attrazione. In questo modo dopo esservi prenotati ai botteghini, potrete continuare a girare e tornare nei pressi dell’attrazione scelta, solo quando il vostro turno è vicino.

Divertimento assicurato per tutti i gusti

Il Castello più amato al mondo cela alle sue spalle un universo di divertimento pazzesco. Le attrazioni sono innumerevoli e pronte a soddisfare ogni tipo d’animo: adrenalinico, avventuriero, principesco, futuristico. La magia però sta nel fatto che anche i più temerari si ritrovano ad essere attratti dalla bellezza di Topolino, Pinocchio o Dumbo.

Le nostre attrazioni preferite:
3. Big Thunder Mountain
Un misterioso trenino ci ha portati alla scoperta del lato più oscuro del Far West. Lungo il sentiero di una rocciosa riserva mineraria, le accelerazioni brucianti arricchite da improvvisi effetti sonori di esplosioni di dinamite, ci hanno regalato davvero momenti adrenalinici.
2. Indiana Jones and the Temple of Peril
A testa in giù a tutta velocità. Basta questo a rendere l’idea delle emozioni che suscita questo vagone impazzito.
1. Star Wars Hyperspace Mountain (vedi qui il video)
Un’esperienza supersonica nel bel mezzo dello spazio aperto ci ha fatto stare con il cuore in gola per la maggior parte del tempo. Ci ha davvero assorbito e stordito. Da fare più di un giro!

Au revoir, Disneyland!

Non volevamo andare via. Proprio come i bambini che fanno i capricci perché non vogliono rincasare dopo un pomeriggio al parco. Immaginate quindi cosa possa essere l’uscita di Disneyland: orde di marmocchi che frignano (espressione da strega cattiva) e genitori di ogni nazionalità pronti a barattare qualsiasi cosa pur di andare via.
In fondo lo avevamo fatto anche noi in partenza… abbiamo rimandato la visita agli Studios. Insomma, ci siamo lasciati un validissimo motivo per ritornarci.


Il nostro itinerario Parigi e dintorni Disneyland termina qui.
Leggi anche “Parigi e dintorni: l’itinerario perfetto in 6 giorni. Parte 2


Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *