Parigi: la città più bella d’Europa. La nostra luna di laurea

Vista Torrei Eiffel con statua

Se avete avuto già modo di leggere come ci siamo conosciuti, avrete subito compreso il titolo. Altrimenti dopo aver letto queste righe, date uno sguardo qui.
Parigi è la città più bella d’Europa. Ne siamo sicuri. Chiaramente tra tutte quelle visitate finora, non poche e sicuramente non di poco conto. Parliamo di bellezze del calibro di Vienna, Budapest, Berlino, Praga, Barcelona, Napoli, Venezia. Ora vi facciamo capire cosa ci ha stregati…

Vista Arco di Trinfo al tramonto
Arco di Trionfo al tramonto – Parigi

Maestosità e spensieratezza

Proviamo a riassumere in questi due concetti la straordinarietà della città francese.
Della maestosità potrebbero parlarne le suole delle scarpe o i polpacci, messi a dura prova per i km macinati ogni giorno. Arrivavamo a sera sicuramente stanchi, ma di quella stanchezza che ti soddisfa, ti riempie. Gli stessi spazi percorsi, in un giorno qualunque, ci avrebbero sfiniti, ma lo stupore accumulato ad ogni passo ha finito per lenire ogni fatica. Sveglia presto e rientro tardi (con il sole d’aprile che tramonta dopo le 21) con la sensazione di non aver visto abbastanza e di andare a casa a spercare tempo.
Sì, Parigi è stata capace di meravigliarci continuamente. Vedi quella che pensi essere la parte più affascinante della città e al monumento successivo vieni clamorosamente smentito. Anche con quelli che avrebbero dovuto essere gli angoli più comuni della città è accaduta la stessa cosa. Strade larghe, ampio respiro e tanto spazio per fantasticare.

Parigi è la città più bella d’Europa, per la spensieratezza che si respira nell’aria.
Abbiamo visto ovunque gente con una tranquillità assoluta. Nei punti più importanti, in coda ai musei, in metro. Qui la leggerezza faceva da padrona con le persone che si apprestavano ad uscire dal vagone sino all’ultimo momento, senza mai scomporsi. Come se avessero meccanizzato al meglio il ritmo dei segnali di chiusura delle porte. A proposito di mezzi di trasporto, potete scaricare qui tutte le mappe delle tratte coperte.

Itinerario completo in 6 giorni

Concludiamo qui questa riflessione iniziale su Parigi. Nei prossimi appuntamenti condivideremo il nostro itinerario completo e capirete meglio perché ci è piaciuta così tanto.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *